Dott. Gianluca Balducci - Studio di odontoiatria e chirurgia orale
Risposte a domande frequenti
Con quale frequenza deve essere eseguita l’igiene dentale professionale ?
Gli adulti necessitano mediamente di 2 sedute di igiene orale all’anno, circa ogni 6 mesi. Tale procedura deve essere eseguita dall’odontoiatra o dall’igienista dentale. Tuttavia in base alla situazione dentaria di ogni persona, la frequenza delle sedute di igiene orale professionale è programmata individualmente, anche ogni 3 mesi quando necessario.

Lo sbiancamento dentale danneggia i denti ?
Lo sbiancamento dentale è un trattamento cosmetico che avviene mediante sostanze chimiche (perossidi) che penetrano all’interno del dente attraverso lo smalto che per sua natura rappresenta una barriera impermeabile. Tali trattamenti ripetuti nel tempo possono causare aumento della sensibilità dentaria ed uno “stress” della struttura dello smalto. Pertanto occorre valutare attentamente su ciascun individuo se questo trattamento è indicato o meno.

A quale età è consigliato effettuare la prima visita dentistica ?
All’età di 4 anni , in quanto si controllano che i denti da latte siano esenti da carie e mediante controlli programmati si abitua anche il bambino a familiarizzare con la figura professionale del dentista senza creare ansie in caso fossero necessarie terapie. Inoltre si insegna ai piccoli pazienti ed ai genitori il corretto approccio all’igiene orale quotidiana.

Cosa sono le sigillature dentarie ?
Rappresentano un trattamento di prevenzione della carie che si attua nei bambini nella fascia di età compresa tra i 6 e 13 anni circa. Consiste nell’applicazione di una resina protettiva alla superficie masticatoria dei molari permanenti, in modo da sigillare le insolcature dei denti e rendere la superficie liscia e ben pulibile e quindi meno attaccabile dalla placca batterica che causa la carie. Questo trattamento preventivo può essere indicato anche nei molaretti da latte come prevenzione della carie precoce.

Quale è l’età giusta per mettere l’apparecchio ai denti ?
In seguito alla prima visita odontoiatrica del bambino, si valuta la corretta eruzione dei denti e l’accrescimento delle ossa mascellari. Quando si evidenziano carenze di spazio, affollamenti dentari, alterazione di accrescimento osseo, si interviene con apparecchi ortodontici correttivi. Mediamente l’età di 6-8 anni è quella corretta per diagnosticare l’eventuale necessità di apparecchi.

Quando occorre devitalizzare un dente ?
Quando una carie profonda arriva alla polpa dentaria “nervo”, occorre rimuovere la polpa all’interno del dente prima di effettuare l’otturazione . Questo trattamento è necessario in queste situazioni per eliminare il dolore causato dalla carie profonda.

Cosa si intende per piorrea dentaria ?
La piorrea, correttamente denominata parodontite, è una malattia batterica che colpisce le gengive e le strutture di sostegno dei denti causandone una perdita precoce se non viene diagnosticata e curata in tempo. E’ una patologia tipica dell’adulto provocata dai batteri contenuti nel tartaro e placca batterica che si insinuano tra gengiva e dente determinando lo scollamento della gengiva e la formazione di tasche gengivali. Se non curata porta alla formazione di ascessi gengivali, mobilità dei denti e perdita di tali denti compromessi dalla infezione. La diagnosi precoce risulta fondamentale

Cosa si può fare per i denti che hanno la gengiva ritirata ?
Molto frequentemente vi sono pazienti che presentano vari elementi dentari con una porzione di radice scoperta, ovvero si è ritirata la gengiva determinando delle recessioni gengivali. Esistono delle tecniche di ricopertura radicolare mediante le quali con l’anestesia locale si ricrea la normale anatomia e morfologia della gengiva ottenendo una copertura della radice esposta.

Si può fare un impianto dentale con poco osso ?
Un impianto dentale rappresenta una radice artificiale in titanio che viene inserita dove manca un dente. Per essere stabile occorre che l’osso sia ben rappresentato in altezza e spessore. In base a valutazione clinica e radiografica si misura l’osso disponibile e se risulta insufficiente esistono tecniche di incremento e rigenerazione dell’osso in modo da fornire stabilità e supporto ottimale all’impianto dentario.

Il collutorio va fatto tutti i giorni ?
Il collutorio contiene disinfettanti per il cavo orale e varie sostanze chimiche. Deve essere utilizzato quando indicato dal dentista per periodi ciclici e mai sempre tutti i giorni, in quanto gli agenti chimici in esso contenuti possono irritare le mucose del cavo orale. Pertanto non si deve abusare nell’utilizzo del collutorio.